Le Général Dallemagne Trento Doc Riserva


Le Général Dallemagne Trento Doc Riserva

 

Questo Trento Doc sancisce il legame della famiglia Simoni con Lavis, paese di vocazione viticola, ricco di aneddoti storici che lo rendono pieno di fascino.

 

Le Général Dallemagne Trento Doc Riserva: intrecci temporali

Forte della sua posizione strategica lungo la via del Brennero, Lavis è stato da sempre punto di passaggio di mercanti, diplomatici ed intellettuali, ma anche teatro di aspre battaglie. Il generale Claude Dallemagne condusse le truppe napoleoniche oltre il torrente Avisio nella battaglia del 5 settembre 1796 contro l‘Austria. Quella sera il generale venne ospitato a Palazzo Monfort. Nelle cantine dell’edificio, 190 anni dopo, la famiglia Simoni ha messo a giacere le prime bottiglie di metodo classico, allora chiamato appunto “champenoise”.
«Dans la victoire, vous méritez du champagne, dans la défaite, vous en avez besoin»

 

Le Général Dallemagne Trento Doc Riserva: arte nel tempo

Custode del tempo, che nei lunghi anni sui lieviti ne ha plasmato il carattere deciso e avvolgente, le Général incanta per il suo respiro montano, che si esprime in una straordinaria freschezza al palato. Natura ed arte spumantistica si cercano, si fondono, si esaltano reciprocamente. Un capolavoro di cremosità, finezza, complessità aromatica e lunghezza.

 

Vendemmia e vinificazione
L’epoca di vendemmia cade approssimativamente verso la seconda metà di settembre. Alla vendemmia, effettuata interamente a mano, segue poi una vinificazione in bianco tipica per le basi spumanti di alta qualità. La fermentazione tumultuosa avviene in acciaio e prosegue in barriques fino a poco prima del tiraggio che avviene nella primavera successiva. Su tutta la cuvée viene fatta la fermentazione malolattica. Il vino inizia così la sua presa di spuma a cui succede un affinamento sui lieviti di 64 mesi.

Eleganza, complessità, finezza. Un palato ricco e ben strutturato. Nel bicchiere si dona fresco e persistente.

 

Spumante
Colore: giallo dorato.
Profumo: note fragranti, dalla crosta di pane a quelle più vanigliate, con una leggera e piacevole punta agrumata.
Sapore: pieno, rotondo e complesso. Le note fragranti evidenziate al naso si ritrovano ben amalgamate.
Perlage: fine e persistente.

 

Accostamenti gastronomici
Le Général Dallemagne Trento Doc Riserva è ideale per un brindisi speciale e come protagonista per un pranzo importante.

 

 

ACQUISTA ONLINE

 

 

RICONOSCIMENTI

 

 

Monfort Riserva Brut Trento Doc 2013

THE MASTER WINEMAKER 100 – The Drink Business Masters 2018
91 POINTS – Wine Enthusiast
ARGENTO – The Champagne & Sparkling Wine World Championship
ORO – The WineHunter Award

 

Monfort Riserva Brut Trento Doc 2012

MASTER – The Global Sparkling Masters 2018
ROSSO – The WineHunter Award
MIGLIORI 100 SPUMANTI – Guida L’Espresso 2019
ARGENTO – The Champagne & Sparkling Wine World Championship
4 BOTTIGLIE – Guida L’Espresso
91 POINTS – Wine Spectator

 

Monfort Riserva Brut Trento Doc 2011

MEDAGLIA D’ARGENTO – The Champagne & Sparkling Wine World Championship

 

Monfort Riserva Brut Trento Doc 2009

GRAPPOLO D’ORO – Guida vini eccellenti d’Italia di Tavolaegusto

 

Monfort Riserva Brut Trento Doc 2008

MEDAGLIA DI BRONZO – Decanter (UK)
2 CUORI – Merum (CH)

 

*fonti
. Bagetti Giuseppe Pietro, Fortier Claude François, Vue du village de Lavis, (sur la riviere de meme nom). Le général Dallemagne à la tète de l’avant-garde francaise, 1835, Calcografia, Biblioteca comunale di Trento
. Casetti A., Storia di Lavis: giurisdizione di Königsberg-Montereale (1997)
. Casna A., Lavis nel vortice delle guerre napoleoniche (2010)